Sisma bonus 2017. Come funziona e chi può richiederlo

Rischio sismico detrazioni fiscali ediliziaLa nuova Legge di bilancio 2017 ha introdotto considerevoli interventi in materia di edilizia agevolata, tra tutti spicca (finalmente) il sisma bonus.

Come si evince dall’infografica del sole 24 ore, l’Italia negli ultimi anni si è resa protagonista di un notevole abbattimento del rischio sismico.

Ma siamo ancora lontani dai numeri dei restanti paesi europei. Andiamo quindi, ad analizzare nel dettaglio il Sisma bonus.


Le percentuali di detrazioni sono diverse e differiscono dalla tipologia di interventi che si andranno ad effettuare. Nello specifico:

  • Ristrutturazioni antisismiche senza variazione di classe avranno diritto alla detrazione del 50%;
  • Il miglioramento di una classe darà diritto alla detrazione del 70% per prime e seconde case ed edifici produttivi, il 75% invece se i lavori avranno luogo nelle parti comuni dei condomini;
  • Il miglioramento di due classi porterà invece la percentuale di detrazione al 80% per prime e seconde case ed edifici produttivi mentre porterà al 85% nelle parti comuni dei condomini.Le detrazioni sono dilazionate in 5 anni e l’ammontare delle spese non deve essere superiore a euro 96.000 per ciascuna delle unità immobiliari.

Ad usufruire della detrazione saranno i contribuenti assoggettati all’Irpef o all’Ires, nonché titolari di diritti sugli immobili (se non proprietario può comunque usufruire della detrazione purché il soggetto stesso provveda alla ristrutturazione dell’immobile) a uso residenziale e/o produttivo situati nelle zone critiche, identificati come zona sismica 1, 2 e 3 (ex opcm 3274/2003).

earthquake-1665896_1920_1Il contribuente ha diritto alla detrazione annuale della quota spettante (ovviamente nei limiti di Irpef e Ires) dovuta per l’anno in cui vengano effettuati i lavori di messa in sicurezza.

E l’importo in eccedenza? Purtroppo non si avrà diritto a rimborsi o eventuali conteggi in diminuzione dell’imposta dovuta per l’anno successivo.

Per gli interventi effettuati sulle parti comuni dei condomini la detrazione fiscale verrà ripartita per singolo condomino nel limite della quota a lui riconducibile (fare riferimento quindi alle tabelle millesimali condominiali), ovviamente a condizione che la stessa quota sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

I condomini beneficiari, quindi, avranno la possibilità di optare per due diverse soluzioni.

Cessione del credito (corrispondente alla spettante quota di detrazione) ai soggetti che hanno effettuato gli interventi o in alternativa ad altri soggetti privati, escluse banche o altri intermediari finanziari.


Il Sisma bonus è molto articolato, nel disegno di legge non è stato facile chiarire alcuni aspetti riguardo gli aventi diritto alla detrazione fiscale. Di seguito elenchiamo i soggetti ammessi a richiedere il bonus:

  • Proprietari;
  • Nudi proprietari;
  • Titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • Locatari o comodatari;
  • Soci di cooperative divise e indivise;
  • Imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce;
  • Soggetti indicati nell’articolo 5 del Tuir (Dpr 917/1986), che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.
  • Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile, a condizione che i bonifici delle spese siano intestati a lui. Se la fattura e il bonifico sono intestati a un solo comproprietario, ma le spese di ristrutturazione sono state sostenute da entrambi, la detrazione spetta anche al soggetto non indicato a patto che nella fattura sia annotata la percentuale di spesa da lui sostenuta.

Se hai difficoltà ad incaricare il professionista atto a determinare la classe sismica del tuo edificio ti rimandiamo all’ottima guida stilata da Edil Portale.

Vuoi conoscere tutte le agevolazioni inserite nel testo di Legge? Passa ai prossimi articoli. 


Lo hai trovato interessante? Condividilo sui tuoi social:
Sisma bonus 2017. Come funziona e chi può richiederlo ultima modifica: 2017-03-17T12:27:17+00:00 da kmazzucw